Torna su

19-21 Aprile, Parma - COngresso SIDIN - Salute mentale e Progetto di vita

Data News: 
Domenica, 2 Aprile, 2017

Il congresso 2017 di SIDIN è dedicato alla convergenza di riflessioni, visioni e impegni verso un consenso condiviso delle conoscenze scientifiche e delle esperienze cliniche che contribuiscano

direttamente al processo di stesura delle Linee Guida nazionali , che verranno pubblicate nel 2018.

SIDIN coinvolge la comunità scientifica nel partecipare e presen- tare lavori, esperienze e studi inerenti alle aree centrali delle future  linee guida

Per AITO e SITO saranno presenti:

Per la sessione Poster (Giovedi)

Emmanuelle  Rossini  (SUPSI,  CH) :  La  terapia  occupazionale:  focalizzare  sui   bisogni occupazionali, mettendo la persona stessa e il suo entourage al  centro del processo decisionale, per sviluppare il proprio progetto di vita

Per la sessione: Valutazione degli esiti funzionali (Venerdi, ore 15)

Antonella Leone (Roma): Revisione sistematica sull’efficacia (RCT ) della terapia occupazionale nel trattamento dei disturbi dello spettro autistico in età evolutiva

Per la sessione: Progettazione interventi (Venerdi, ore 15)

Sabrina Favaretto  (Venezia) :    L’acquisizione delle abilità sociali nei bambini con disturbi dello spettro  autistico: il ruolo della terapia occupazionale e l’efficacia degli interventi

 

Per tutte le informazioni: http://sidin.info/convegno.html

 

 

POST CONVEGNO:

Colgo l’occasione per ringraziarvi per avermi dato questa grande opportunità! È stata un'esperienza davvero interessante. Sono emersi tanti progetti validi e complessivamente quello che è stato messo in luce dai vari relatori che ho seguito, è che i professionisti devono iniziare ad operare mettendo la persona al centro del suo percorso e focalizzandosi sugli aspetti concreti e sostenibili della sua vita... Direi tutte cose che appartengono alla TO!

Per quanto riguarda il mio intervento, è andata molto bene! (Ringrazio nuovamente Emmanuelle per il sostegno!). Il mediatore della sessione (psicologo) ha sottolineato alla fine come la Terapia Occupazionale proponga una prospettiva nuova rispetto a quella solitamente considerata qui in Italia, quasi "all'avanguardia", e che piano piano stiamo emergendo come professionisti che non si occupano "solo" di autonomie ma di partecipazione in senso trasversale, in tutti i contesti di vita... Secondo me, è un passo avanti e sono più che soddisfatta che sia arrivato questo messaggio! 
 
È forse un pensiero banale il mio, ma partecipando direttamente per la prima volta, ho avuto modo di vedere che vale davvero la pena investire su congressi/eventi di questo genere perché possono offrire tante opportunità alla professione, non solo portando le evidenze ma anche dando esempi concreti per dare un'idea chiara ed immediata di quello che facciamo.
 
Vi ringrazio ancora una volta per l’infinita disponibilità, è stato un grande onore per me aver portato anche il mio contributo! Viva la TO!
Buona domenica a tutti!
Sabrina
Allegati: 
Patrocini: