Torna su

EMENDAMENTO 41 BIS

Data News: 
Giovedì, 22 Novembre, 2018

15 NOV - Pronti gli emendamenti al disegno di legge di Bilancio del M5S in Commissione Bilancio. All'articolo 41-bis si interviene sulla legge Lorenzin in tema di professioni sanitarie proponendo, di fatto, una sanatoria. Si spiega che, chi all'entrata in vigore della legge già svolgeva legittimamente un'attività professionale in regime di lavoro dipendente o autonomo e che non ha i titoli idonei per l'iscrizione all'Albo non avendo potuto conseguire l'equivalenza, potrà continuare a svolgere la propria attività lavorativa pur senza la necessità di iscrizione all'Albo.

 Il PRESIDENTE SENATORE interviene, tra gli altri, con un articolo su QUOTIDIANO SANITA'

Deroga Albi Professionali. I terapisti occupazionali Aito: “Si ritiri emendamento”

Il presidente dell’Associazione Michele Senatore scrive al presidente della commissione Affari sociali, Lorefice. “L’emendamento appare confuso nella forma e difficilmente applicabile in quanto darebbe accesso a titoli non idonei ai percorsi di equivalenza”. LA LETTERA

 

Fortunatamente,

Per la maggioranza, salta la "sanatoria" rispetto alle norme introdotte dalla legge Lorenzin di rifoma degli Ordini professionali sanitari, presentata a prima firma dalla presidente della Commissione Affari Sociali, Marialucia Lorefice (M5S), che permetterà l'esercizio della professione sanitaria anche per chi non ha i titoli idonei per l'iscrizione all'Albo non avendo potuto conseguire l'equivalenza. 

Articolo